Pubblicato da: virginialess | 24 maggio 2013

Suocere e nuore: il decalogo (“narrazioni”)


Responses

  1. La mia suocera vuole mangiare la torta e averla ancora.
    Vuole ‘aiutarmi’ vistoche ha tempo libero, poi pero’ la sua figlia non la aiuta perché sa arrangiarsi (io nonnho MAI chiesto suo aiuto, non ne ho bisogno). Mi viene un sorriso e voglia di chiederle di spiegare meglio le differenze fra me e sua figlia :). Dal 2008 viviamo nella stessa casa, ingresso separato ma comunicanti x il garage, dal bucato che stendo fuori cerca sempre di trattenere più pissibile da lei x piegare e stirare (si le ho detto in più occasioniche non ho bisigno) e nasconde i vestiti del marito nella sua cabina armadio, sstirati e pronti per lui.. Per ora gli fa tornare le mutande in modo che non debba scendere nudo da lei per vestirsi!! Con il marito/figlio ridiamo sopra..
    Dice che i bambini (nipotini) sono la sua vita, ma non si vergogna ammettere che si trova meglio averli a casa sua che non a casa propria dei bimbi (che di consequenza non hanno amicizie, non frequentando parco giochi o amici in casa).
    Non mi fido di lei nelle cose importanti da quando ho scoperto che ha (assieme al suocero, morto da un po’) mentito sul tipo di documento fatto quando hanno regalato una casa al cognato/altro suo figlio (a solo nome suo del cognato poi! Non so quanto abbia dormito la mia cognata…sono in separazione dei beni).
    Fra suocera e suocero hanno pensato in tutta sincerità giusto ed equo di far studiare x ingegnere i 2 figli maschi e la femmina è stata brava a fare scuola ragioneria serale lavorando di giorno e di dare casa ai due figli maschi e la femmina nulla. Quando ho chiesto alla suocera perché questa ingiustizia economica abbissale nei confronti della figlia, credo si sia sentita piccola per quello che ha fatto alla figlia ma non ha risposto oltre a ‘non ci aveva molto riflettuto’.
    Ho scelto di rinunciare a lavoro importante che mi teneva fuori casa 40+ ore, principalmente per i miei figli. Non era positivo per loro, estate e dopo scuola con la nonna.
    Certo che sarebbe più semplice senza lei in casa, il marito sarebbe senz’altro più libero e io meno rotta..

    • Privilegiare i maschi a scapito delle figlie era il comportamento tradizionale delle famiglie terriere, ma diversi decenni or sono. Sei straniera e sposata in Italia, giusto? Posso chiedere in quale area geografica ti trovi?
      Quanto al resto, hai a che fare con un tipo diffuso di suocera, la quale non rinuncia a “curare” a suo modo il figlio. Mi sembra che lui la prenda con umorismo e stia dalla tua parte, il che non sempre avviene. Sono d’accordo sulla decisione di non affidare i figli alla nonna, ma non ti era possibile assumere una baby sitter a tempo pieno e mantenere il lavoro?
      In questi casi c’è poco da consigliare se non il cambiamento di casa. Di vivere accanto ai suoceri, bisognerebbe escluderlo ancor prima del matrimonio, ma capisco che non è sempre possibile.

      • Sono nordica con famiglia acquisita di veneti purosangue. Il lasciare il lavoro è stata una scelta di vita. Non mi andava prenderebabysitter (poi la suocera si sarebbe offesa a morte), anzi volevo (voglio) crescere io i miei figli.
        Sto cercando un modo di convivenza, con inclusi le cose per me (emia famiglia) fondamentali e possibilmente in armonia con la suocera che non si trova ancora senza ruolo di padrona di casa (e fa figuracce, anche se sembra non capirlo).
        Volevo ringraziare delle sua risposta, se posso torno in un’altromomento con argomento ‘padrona di casa (io) non accetta sfide (chi è più brava stirare, non esita sacrificarsi anche per cazzate)’ perché sempre padrona di casa’ fra nuora- suocera.

        • (Già, non è non lavoro per nulla, ho la mia piccola attività di compra vendita e traduzioni. Non faccio i soldi di prima, ma neanche le oredi prima)

        • Il Veneto somiglia socialmente, specie nelle zone un tempo depresse, al nostro Mezzogiorno. Famiglie patriarcali, in cui le suocere comandavano a bacchetta le nuore, le quali avrebbero fatto altrettanto con le mogli dei loro figli maschi… I costumi sono cambiati, ma molte madri di lui stentano a capirlo.
          E’ lodevole la tua volontà di occuparti dei figli, che certo crescono meglio con la mamma. Mi sembri una donna equilibrata e capace; sono sicura che riuscirai a “controllare” tua suocera ( con la collaborazione del figlio/marito!).
          Tienimi informata, ne sarò lieta.

  2. Copio qui la parte iniziale del commento di Mariangela, in modo che sia più visibile e perché ben figurerebbe tra le “narrazioni” di cui parla l’articolo. Leggetelo per intero nella colonna dedicata. Le rispondo qui, invece che nel decalogo, già affollatissimo.
    “ Sono una nuora, sono orfana da quando avevo 21 anni, ho sempre cercato di creare una mia famiglia e ci sono riuscita ho un marito adorabile che amo e tre figli . Ho sempre acconsentito ad un rapporto di vicinanza dei suoceri per la felicità di mio marito, molto legato alla sua fam. Sopratutto per la malattia del padre , ora sono tre anni che il padre è mancato e ci ritroviamo a vivere costantemente la presenza di un suocera depressa ma che non fa nulla per combattere il suo stato negativo ma sta creando una forte crisi matrimoniale perché è ossessionata dal cercare un male si fa accompagnare dal figlio da dottori…”

    Nel caso di tua suocera, cara Mariangela, la vedovanza ha il suo peso, merita comprensione e implica qualche impegno aggiuntivo per la vostra famiglia. Tuttavia non deve affatto condizionare, alterare, rendere triste e difficoltosa la vita di suo figlio, tua e dei bambini.
    Scrivendolo penso con rimpianto a quella, eccellente, che ho avuto la fortuna di avere. Rimasta sola quando mio marito ed io eravamo una coppia di ragazzi ( ci saremmo sposati diversi anni dopo), sempre, come persona e come nonna, è stata una risorsa e mai un problema.
    Sembra indubbio che almeno parte dei suoi comportamenti abbiano origine dalla depressione. Da quanto scrivi non ricavo però che tua suocera, in cerca di malanni immaginari, ne sia consapevole e che si sottoponga alle cure del caso. Ho ben capito?
    Se è così, sono in certo senso meravigliata che tuo marito, tanto preoccupato per lei da compromettere la relazione di coppia, non se ne renda conto e trovi modo di attuare le strategie “sanitarie” del caso. In parole povere, deve fare in modo che consulti lo specialista adatto e ne segua i consigli.
    Nel tuo discorso mi colpiscono tuttavia le due frasi che riporto: “tutti gli sforzi di starle vicina anche se non abbiamo nulla in comune caratterialmente” e, più sotto: “le ho spesso affidato i figli per avere un aiuto e per darle impegni positivi, ed ho ingoiato mille rospi perché non lo ha mai fatto volentieri”.
    Si tratta di condizioni che precedono la vedovanza e la depressione di tua suocera e, francamente, penso che sia trattato di errori piuttosto gravi da parte tua.
    Come il decalogo prescrive, seriamente anche se con umorismo, non si deve accettare la vicinanza della mamma di lui per farlo contento, nulla condividendo e apprezzando di lei, e -peggio ancora- affidarle i nipoti quando non gradisce. Naturalmente anche la suocera dovrebbe parlar chiaro e rifiutare impegni che non ritiene affatto positivi, ma questo è un altro discorso.
    Sono faccende che andrebbero chiarite prima di sposarsi, o quanto meno alle prime difficoltà di rapporto. Consolidata la situazione, le modifiche radicali riescono spesso drammatiche.
    Concludendo, e se le cose stanno come le ho colte: parlare con franchezza al marito, curare la depressione della madre. Quando starà meglio potrete (forse) organizzarvi diversamente.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: