Pubblicato da: virginialess | 16 aprile 2016

“Quando i suoceri ti vengono a trovare”

8483324-tre-generazioni-di-una-famiglia-seduti-insieme-sulla-spiaggia-di-invernoPrendo spunto, come altre volte, da una ricerca. In questa forma, o in altre simili, la frase viene inserita ogni tanto da un visitatore del blog.
Naturalmente mi incuriosisce: sarà ansioso/a, infastidito/a, contento/a? Tenderei a usare il femminile (tuttavia tra gli iscritti figurano diversi uomini) e a immaginare una persona preoccupata. Non è detto che sia così, ma si tratta della situazione più frequente: una nuora, più o meno giovane, non gradisce granché la visita dei suoceri, magari per la durata di alcuni giorni in quanto vivono altrove.

Le regole collaudate per gestire al meglio le relazioni con i genitori di lui/lei sono  note, anch’io le ho rammentate  spesso. Se però l’autrice della frase è una nuora (o magari una coppia) alle prime armi, vale la pena di proporre un breve “ripasso”. La questione è tutt’altro che insignificante nella vita di coppia.

Infatti: secondo i dati Istat, la nostalgia dei genitori è uno dei fattori di maggior attrito tra marito e moglie (31%), peggiorato dalla frequente invadenza dei suoceri nella vita di coppia (27%). Ecco perché, secondo l’Ami (Ass. avvocati matrimonialisti it.), un matrimonio su tre entra in crisi per l’eccessiva interferenza da parte dei genitori di lui o di lei. (dati del 2014).   “In molti casi, è venuto a mancare il naturale svincolo dei figli dalla madre o in genere dalla famiglia d’origine”, spiega Lucia Paturzo, psicoterapeuta  di Udine (…) Spesso, però, i problemi nascono più per l’invadenza da parte dei suoceri. “Anche se è a fin di bene perché vogliono rendersi utili, l’eccessiva intromissione crea conflittualità all’interno della coppia.

Tornando al comportamento da tenere, questa volta, pur laica, cito alcuni consigli  pubblicati in  un sito religioso (il buon senso non è questione di fede).  Ecco un presupposto  fondamentale:  il vostro matrimonio viene prima dei vostri genitori. Uno degli obiettivi di base di un matrimonio è stabilire un senso di ‘compattezza’ tra marito e moglie. Creare o rinnovare il vostro senso di solidarietà con il partner può comportare una lacerazione con la famiglia d’origine”.

Perciò: se tu e il tuo coniuge non siete d’accordo su come gestire la relazione con i suoceri, impegnatevi per risolvere la questione tra voi, con uno spirito di collaborazione  Parlandone senza  accusarvi a vicenda di non essere abbastanza accondiscendenti/disponibili ecc. con i rispettivi genitori, ma decidendo insieme l’atteggiamento da assumere nelle situazioni più “spinose”.

Se la coppia è solida, “quando i suoceri ti  vengono a trovare” si comporterà normalmente, con pacata gentilezza, valorizzando gli aspetti positivi della relazione. “È importante andare d’accordo con i suoceri. Sono loro che hanno cresciuto il tuo coniuge e si sono presi cura di lui; a prescindere dai  difetti che  possono avere, li devi ringraziare per questo.” scrive saggiamente una fedele. Riesce meglio, è chiaro, quando i difetti sono di modesta entità.

 

 

Annunci

Responses

  1. e’ sempre molto dura!!!la gestione suoceri è un argomento sempre molto complicato


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: