Pubblicato da: virginialess | 1 novembre 2018

Halloween alle spalle

L’articolo risale a un paio di giorni fa. Un po’ troppo schierato  e  conservatore, ho pensato passando oltre. Da non  credente non ho valori cristiani da difendere e per  Halloween  provo una banale indifferenza.  Mi torna   in mente finita la festa, quest’anno più che mai “cafonazza”, e ne propongo qualche estratto. Giudicate voi: si sentono offesi i fedeli  dalle zucche e i docetti?  Beluffi ha ragione o esagera?

Vaglielo a spiegare, che Halloween c’entra niente con noi, non è la nostra festa, non lo era prima e -a meno di irrecuperabili sconvolgimenti identitari futuri in cui le moschee supereranno le chiese, ma questa è un’altra storia- lo sarà ancora, speriamo sempre.

‘Ché la nostra festa si chiama Festa di Ognissanti, “una festa cristiana che celebra insieme la gloria e l’onore di tutti i santi, ivi comprendendo anche quelli non canonizzati” leggo dalla Wikipedia.

Vaglielo a spiegare, che Halloween è un’indebita ingerenza pagana e consumistica e ignorantissima e omologatssima da parte dell’inciviltà bottegaia nella cristiana Commemorazione dei Defunti, altro che “i morti”. (…)

 

Massì, lasciamoli divertire questi turisti del Titanic che affonda, perché per ri-affermare bisogna prima negare e poi superare.

Abbiamo bisogno della battaglia per affermarci, abbiamo bisogno di Polemos, appunto, «il padre di tutte le cose», diceva 2500 anni fa Eraclìto “l’oscuro”, che in realtà era oscuro per chi non aveva raziocinio per vedere, oscuro come Diogene “il cinico”, che in mezzo agli uomini cercava l’uomo con una lanterna.

Io, noi, neghiamo la caciara bru bru degl’incolti vestiti a festa (di Halloween) opponendo il silenzio dei nostri defunti e superiamo il casino delle birre nei locali addobbati a festa con la quiete delle lapidi nei nostri camposanti.

Io, cari inseguitori della massa, come ogni anno, non festeggerò la vostra festa della morte-per-ridere e ricorderò, sia pure a modo mio, la festa cristiana della vita andando a trovare i nostri morti.

Annunci

Responses

  1. Che sia pagana o cristiana è una festa dove i bambini si divertono e non solo loro ma anche gli adulti e quando c’è il divertimento in questo mondo stressan
    te sono contenta.

    Mi piace

    • Commenti di segno opposto…
      Fa piacere che i bambini si divertano, s’intende, cara Mirella, ma non penso che ciò possa costituire un “valore” in sé. Per gli adulti (che li educano!) dovrebbero avere un senso anche le caratteristiche socio-culturali della proposta; accantonate le remore religiose di Beluffi e pure l’estraneità di Halloween deplorata da Romano, rimane l’esibizione abbastanza vacua da lui descritta. Diverte davvero?

      Mi piace

  2. Da quando hanno cominciato a invaderci zucche (vuote!) e orripilanti fantasmini, presto scaduti in paccottiglia lucrosa, movide alcooliche e
    carnevalate varie, la mia mediterranea domanda pur da inguaribile agnostico è stata subito: che ci azzecca?

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: